Festa della Donna

 

Celebrazione della Dea in ogni Donna

 

 

Donna…Dea…Sophia…Maestra…Madre,

sono sinonimi di noi tutte, che da sempre viaggiamo fra questo e altri mondi, per portare Luce e Verità.

Noi, così immense da suscitare paura in chi, uomo o donna che fosse, non riusciva ad eguagliarci, a raggiungerci.

Noi così forti da sconfiggere i draghi dell’ignoranza, ancor oggi mitizzate e poi bruciate, perchè Libere dai condizionamenti dell’omertà che soffoca i deboli.

Ogni giorno il nostro Canto avvolge la Madre Terra e nutre chiunque desideri lasciarsi avvolgere dalla sua melodia.

IL CANTO

Donne di tutto l’Universo, scrivo a Voi, compagne di viaggio da millenni.

In quest’epoca mi trovo sul Pianeta Terra.

E’ da molto che non vi scrivo, intendevo attendere tempi migliori…ma…quali?

Quelli in cui la nostra Anima sarà vista al di là del vascello fisico?

O quella in cui la violenza sarà solo una brutta e antica favola, raccontata dinnanzi ad un focolare?

Come quando si parla di misteriose lotte con enormi Draghi ai nostri bimbi?

Avrei dovuto aspettare troppo tempo, siamo ancora immaturi per tutto ciò, abbiamo ancora troppa paura del nostro Potere per accoglierlo.

Ma accadrà, oh si, certo che accadrà. Lo sento già vibrare nel profondo delle sacre e innumerevoli eliche del mio Dna.

E allora inneggeremo un Alleluia, da qualsiasi luogo in cui saremo, che supererà il nostro cielo e giungerà a tutto l’Universo, per la forza del suo  gioire.

Donne, Sorelle d’Anima, scrivo a voi, oggi,  nella nostra festa qui sulla Terra per chiamarvi a me.

Raggiungetemi nei miei sogni e mie visioni, uniamo i nostri intenti, le nostre forze, la nostra saggezza per i giorni a venire e ricreiamo i nostri luoghi magici e sacri, come ai vecchi tempi…quando pregavamo e celebravamo la Dea insieme.

Decidiamo oggi, unite nella scelta comune di vivere nella Verità,di inviare all’Universo il nostro Canto.

Ognuna di noi ne ha uno, unico, particolare, irripetibile, che la rende riconoscibile da tutte le altre Sorelle d’Anima.

Anche se ora l’avete scordato, fidatevi del richiamo della Dea Madre, e ritrovate il vostro Canto, seguendo a ritroso le vostre radici. Camminate verso l’inizio di tutto, verso l’inizio di voi…e cantate con me per la Vita e per l’Amore.

Vi amo, ho ritrovato alcune di voi, ma molte ancora mancano all’appello….vi aspetto…nel silenzio dell’Anima.

Auguri…Monica

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento